Il sentiero dei Bregoli‎ > ‎Oggi‎ > ‎

Geologia

La geologia lungo i Bregoli
 
IL MONTE DELLA GUARDIA

 

foto panoramica

Il Monte della Guardia, sul quale si disegna l’inconfondibile profilo dell’imponente basilica della Beata Vergine di San Luca, si alza con versanti ripidi e boscati sulla pianura bolognese, separando la valle del Reno da quella del rio Meloncello.
Proprio alla natura geologica si deve la sua forma pronunciata: le rocce che ne compongono la mole sono infatti marne sabbiose della Formazione di Pantano (Miocene medio), che grazie alla buona cementazione sono poco erodibili e in grado di sostenere pendii acclivi e al tempo stesso stabili. Ma la sua altezza si deve soprattutto ai recenti sollevamenti subiti nel corso delle ultime fasi dell'orogenesi.
Compiere la salita al colle della Guardia lungo l'antico e ripido sentiero dei "Bregoli" (che inizia a lato della chiesa di S. Martino, a Casalecchio), permette di osservare alcuni affioramenti rocciosi: tra il bosco, nelle parti più ripide, compaiono aree denudate di colore chiarissimo dove è particolarmente evidente sia la stratificazione che l'intensa fratturazione delle rocce .

da : www.regione.emilia-romagna.it/wcm/geologia/canali/itinerari_e_geositi/itinerari/colline_bo.htm 

Comments